Appassimenti aperti - la manifestazione  
VernacciadiSerrapetrona
 
DOVE DORMIRE A SERRAPETRONA E NEI DINTORNI
B&B Lucrezia e Cesare Borgia Via Cameraldo, 38 - Serrapetrona Tel. 0733 904 100 le offerte appassimenti
Caravanserraglio Loc. Colli, 10 - Serrapetrona Tel. 0733 908 284
Terre di Serrapetrona Via Colli, 7 - Serrapetrona Tel. 0733 908 329  
Da Lorè Nazionale, 34 - Caccamo Tel. 0733 905 132  
Hotel Ferranti Via Nazionale, 60 - Caccamo Tel. 0733 905 493  
Il Baglio della Luna C.da Colli, 84 bis - Serrapetrona cell. 3393587297  
Il Granaio di Serrapetrona Via Rave 8 - Serrapetrona cell.340 4669838  
Hotel Cluentum C.da San Martino - Nuova S.S. 77 Km 69 + 141 - Tolentino Tel. 0733 969 889  
Hotel Il boschetto Via S. Pertini 55 - Tolentino Tel. 0733 973634  
La Villa Via della Villa 20, San Severino Marche Loc. Cesolo (MC) cell. 331 9336455  
Selvicolle Country House Crispiero, Frazione di CastelRaimondo Tel 0737 637 548  
Il Villino Belforte del Chienti Tel. 0733 906439  
Guesia Village Hotel Ponte Santa Lucia, 46 - Foligno PG Tel. 0742 311515  
       

DOVE MANGIARE A SERRAPETRONA
Agriturismo CaravanSerraglio Loc. Colli, 10 - Serrapetrona Tel. 0733 908 284 le offerte appassimenti
Agriturismo Terre di Serrapetrona Via Colli, 7 - Serrapetrona Tel. 0733 908 329
Ristorante Da Lorè Via Nazionale, 34 - Caccamo Tel. 0733 905 132
Hotel Ferranti Via Nazionale, 60 - Caccamo Tel. 0733 905 493  
Osteria da Remo Via Umberto I, 28 - Serrapetrona
Tel. 0733 908 324  
Osteria sul Lago Via Borgiano sul lago, 8 - Serrapetrona
Tel. 0733 905 750
Osteria dei Borgia Via Cameraldo - Borgiano Tel. 0733 905 131  
Ristorante La Cantinella P.zza S. Maria, 3 - Serrapetrona
Tel. 0733 908 112  
Ristorante Petronius Via Aldo Moro - Serrapetrona
Tel. 0733 908 291  
Agriturismo L'Arenaria Via Borgo, 15 - Serrapetrona Tel. 0733 908 174  
Selvicolle Country House Crispiero, Frazione di CastelRaimondo Tel 0737 637 548  
       
       
E PER I CAMPERISTI...      



IN GIRO PER IL BORGO
Oltre ai prodotti del territorio, merita una visita la cittadina di Serrapetrona, la cui storia si lega proprio alla produzione del vino.
Questo borgo è collocato sulla destra del torrente Cesolone, protetto e chiuso intorno alla Chiesa di San Clemente e al palazzo pubblico già sede del feudatario, così strategico in epoca medievale perché interessato alle lotte fra Guelfi e Ghibellini.


LA MOSTRA
CastelloSerrapetrona

E' ancora aperta la mostra archeologica e paleontologica "La conquista del cielo" a Palazzo Claudi con reperti unici al mondo, tra cui lo scheletro di un dinosauro (prosaurolofo) di oltre 4 metri, datato 75 milioni di anni fa.


dINOSAURO Inaugurazione Dinosauro
LE QUATTRO PORTE E LE QUATTRO FONTANE
CastelloSerrapetrona

Il Castello di Serrapetrona si erge come poderosa fortezza a guardia delle due valli che si incontrano, ovvero quella che scende tra i Prati e la Costa, solcata dal rio Caburro e l’altra, appunto, del Cesolone. Già Castello nell’XI secolo, nella prima metà del Duecento questa strepitosa struttura a guardia difensiva passò sotto la giurisdizione della Signoria di Camerino, seguendo la sorte di molti altri Castelli vicini. Ciò che caratterizza il maniero è di essere circondato da una doppia muraglia. La prima a cingerlo più da vicino - con una massiccia porta ad angolo - che anticamente sosteneva una poderosa torre merlata in funzione di avvistamento e di difesa. La seconda, a protezione del luogo intero. All’interno del tutto, quattro porte, ciascuna con un proprio nome: Castello, Farina, Calma, Morico, da cui le denominazioni delle rispettive quattro strade, i cui appellativi tra l’altro sono ancora in uso, ovvero “del castello”, “San Francesco”, “del Serrone”, “Capolarave”. Quattro erano anche le fontane di acqua sorgiva: “di S. Maria” - ancora in fondo alla piazza – “delle Conce”, “della Vena”, “di Saletta”, che prendevano il nome dalle quattro contrade in cui era suddiviso il paese, e che furono successivamente chiamate anche Pianello, Valle, Portale, Castello.

LA CHIESA DI SAN FRANCESCO
ChiesaSanFrancesco
Se ci si ferma a Serrapetrona merita una visita anche la Chiesa di San Francesco, in stile gotico francescano tipico dell’Italia centrale, risalente alla prima metà del Trecento. Qui si conservano una Crocifissione su tavola, di un anonimo marchigiano (secolo XIII) ed un pregevole polittico di Lorenzo d’Alessandro rappresentante la Madonna in trono con Bambino e Cristo deposto tra angeli e santi (secolo XV). Nella chiesa è conservata anche una croce processionale cesellata e smaltata (secolo XIV), attribuita al bolognese Gherardo di Jacopo Cavazza o a Cecco da Camerino. Interessante, tra gli affreschi, quello di scuola giottesco-riminese risalente alla metà del secolo XIV rappresentante Cristo risorto, la Madonna e S.Caterina d’Alessandria, venuto alla luce al momento della rimozione del polittico per il restauro. Di rilievo, nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie, anche l’affresco con la Madonna, il Bambino e i SS.Sebastiano e Giovanni Battista.

NATURA
Pievefavera Ai piedi del paese, alle porte del Parco Nazionale dei Sibillini, si apre il lago di Borgiano che presenta, sulla sua sponda meridionale una zona archeologica dove è possibile ammirare le restanti strutture della “pars rustica” di una villa romana di età tardo-repubblicana e visitare l’ Antiquarium dove sono custoditi i reperti archeologici della zona.
Sul lago si affaccia Pievefavera, piccolo e pittoresco Paese nel comune di Caldarola. Le origini di Pievefavera risalgono all’epoca romana quando in quei luoghi sorse il piccolo centro di Faveria, in seguito alla caduta dell’ Impero Romano gli abitanti del villaggio si trasferirono arroccandosi sulle montagne, nella posizione odierna del paese.
Il punto focale del villaggio, spostatosi in montagna, fu e rimase la pieve ovvero il centro religioso del paese; in seguito Pievefavera finì sotto lì influenza del comune di Camerino che, grazie alla sua posizione strategica, ne fece uno dei baluardi difensivi della Bassa Marca. Tutt’ora le fortificazioni e le mura con le 5 torri di guardia sono quasi completamente intatte.










MAGGIORI INFORMAZIONI SU SERRAPETRONA










Visualizza Serrapetrona - Appassimenti aperti in una mappa di dimensioni maggiori



 

COME RAGGIUNGERCI
DA AUTOSTRADA A14
uscita Civitanova Marche/Macerata
proseguire su S.S. 77 direzione Foligno/Roma
uscita Tolentino Ovest/Serrapetrona
DA FOLIGNO
S.S. 77 - uscita Tolentino Ovest/Serrapetrona